Pietro Valsecchi: “Marco Muller ha resistito e ha vinto come l’omino di piazza Tien An Men”

Ha resistito e ha vinto come l’omino di piazza Tien an Men contro i carri armati. La nomina di Marco Muller a direttore del festival del cinema di Roma è il frutto di una lunga e difficile battaglia fatta da chi crede nel cambiamento. La festa del cinema di Roma nata da una brillante intuizione di Valter Veltroni e Goffredo Bettini, può finalmente diventare un Festival, un prestigioso polo di attrazione internazionale per i talenti italiani e internazionali e per gli investimenti di cui il cinema italiano ha un disperato bisogno in un momento di crisi profonda come quella attuale.

Siamo convinti che Marco Muller, persona leale, corretta e competente, saprà dare una spinta propulsiva al Festival del Cinema, e potrà contare sull’aiuto di tutti coloro che ne hanno appoggiato generosamente la candidatura, da Riccardo Tozzi, presidente dell’Anica, a giovani produttori come Mario Gianani, fino al presidente della BNL Luigi Abete. E tra questi non possiamo dimenticare anche il sindaco di Roma Gianni Alemanno e la presidente della regione Lazio Renata Polverini, che in quest’occasione hanno dimostrato lungimiranza e vera attenzione al mondo del cinema e della cultura in generale. Ora sarebbe altrettanto straordinario che la politica facesse un passo indietro, per evitare in futuro sterili polemiche e inutili contrapposizioni.

Ma ora guardiamo al futuro e lavoriamo tutti insieme al di là degli interessi politici e di bottega – ci rivolgiamo anche chi era contrario alla candidatura di Muller –  perché il Festival di Roma riporti il cinema italiano alla visibilità e alla forza che ha sempre avuto. È il momento dell’unità e non delle divisioni, perché le battaglie da combattere sono ancora tante e non possiamo permetterci di perderle.

16 Marzo 2012

Tags: , ,

TAODUE

Via Pompeo Magno 1 00192 Roma
Tel. 06.322.1813/2016 - Fax 06.321.7042
P.IVA e C.F. 08747881004
Email taodue@taodue.it