L’industria cinematografica secondo Valsecchi

Quello del cinema e della TV sono due mondi ben distinti, ma pieni di intrecci.

Lo sa molto bene Pietro Valsecchi, produttore di Taodue, che ne ha parlato in una lunga intervista rilasciata ad Annalisa Bruchi, conduttrice del programma 2Next, in onda su Rai Due.

Clicca qui per vedere l’intervista in forma integrale.

Valsecchi: “Una fiction su Papa Francesco”

Un’importante novità riguarda Taodue. Il produttore Pietro Valsecchi, ha in programma una fiction su Papa Francesco. Lo svela in un’intervista all’Hollywood Reporter, visibile integralmente a questo link. Prima di leggerlo, date un occhio a quest’anticipazione: a interpretare Jose Luis Bergoglio potrebbe essere Antonio Banderas

Coppia di stelle, incassi a catinelle

Pietro Valsecchi e Camilla Nesbitt sono i produttori del fenomeno Zalone. Sono tante le cose che li tengono uniti da oltre vent’anni, da quando lei girò che “un film con lui non lo farò mai” e, pochi mesi dopo, lo sposò. C’entrano con l’amore, ma anche con alcune certezza. La coppia ha rilasciato un’intervista a Vanity Fair, clicca qui per leggerla in forma integrale.

Mafia e ‘ndrangheta, le storie sui clan piacciono all’estero

Roma- Le storie poliziesche fanno bene alla fiction. “Anche sui mercati internazionali abbiamo riscontrato il particolare interesse per prodotti di investigazione scientifica e per quelli relativi a storie di mafia” osserva Camilla Nesbitt, amministratore delegato Taodue, annunciando insieme al produttore Pietro Valsecchi i nuovi progetti in onda nella prossima stagione di Canale 5.

Da una miniserie su Tommaso Busccetta con Pierfrancesco Favino a Le mani dentro la città con Simona Cavallari sull’avanzata dell’ndrangheta a Milano; da Squadra Mobile che si concentra su casi di femminicidio e stalking a Roma, al tv-movie dal libro di Antonio Manganelli, il capo della polizia recentemente scomparso.

Poi i sequel di brand di successo come Squadra Antimafia 5, Sicilia Connection Ris, Ultimo 5. “Per quanto riguarda la serie sui RIS – continua la Nesbitt – è stata adattata in diversi paesi europei. Di “Squadra Antimafia” il network americano Abc ha acquistato i diritti per realizzarne una versione statunitense e inoltre, in collaborazione con un produttore Usa, sta nascendo il Capo dei Capi girato in Italia ma in inglese”.

Insomma, così come per la Rai, dove impazza il poliziesco Montalbano e ora il nuovo action crime Crossing Lines, le fiction più seguite sono quelle sulla criminalità. Ma la collaborazione Mediaset-Taodue – sottolinea il direttore generale Alessandro Salem – che registra una media di ascolti del 24% di share, punta molto anche sulla cronaca, come il nuovo tv-movie Il caso Aldovrandi e su grandi personaggi delle storia recente”.

Uno di questi è Ambrogio Fogar, cui sarà dedicata una miniserie in quattro puntate con la regia di Giovanni Veronesi. “Sono sempre stato convinto – conclude Valsecchi – che soprattutto per i giovani sia importante conoscere più da vicino fatti e personaggi reali. E per il ruolo di un protagonista straordinario come Fogar, sempre capace di affrontare grandi sfide, compresa la malattia, vorrei avere come interprete Kim Rossi Stuart”.

Articolo apparso il 7 giugno 2013 su Il Corriere della Sera a firma di Emilia Costantini.