Francesco

http://www.taodue.it/files/2014/08/francesco_616x280.jpg
locandina
  • Titolo originale:
    Francesco
  • Serie TV: miniserie
  • Anno: 2001
  • Regia: Michele Soavi
  • Cast: Raoul Bova

Fotogallery

“Francesco” è un progetto che nasce dal desiderio di proporre al pubblico televisivo una figura di riferimento dalla forte spinta ideale e spirituale.   La testimonianza e la statura morale di San Francesco possono costituire un esempio per il nuovo millennio: Francesco è il protettore degli ultimi ed è un viandante che, abbandonato ogni avere ed attaccamento materiale, gioisce di essere nel mondo.   Il film in due parti racconta il percorso del santo di Assisi partendo dalla sua traumatica esperienza di combattente durante la guerra tra i borghesi e i nobili della città umbra e della conseguente prigionia a Perugia; si prosegue poi nella descrizione della nascita di quella voce interiore che lo spinse a lasciare la famiglia e ogni bene terreno, per predicare il vangelo e occuparsi dei deboli, fino ad arrivare alla fondazione dell’Ordine che porta il suo nome, ai dissidi che seguirono, per giungere al crepuscolo degli ultimi giorni di Francesco. La storia è intessuta della presenza di Chiara, dapprima amica d’infanzia e amorosa sostenitrice e poi convinta seguace delle parole e delle opere di Francesco.

Cast artistico

  • Francesco
  • Bernardo
  • Chiara
  • Pietro Cattani
  • Silvestro
  • Pietro Di Bernardone
  • Madre Francesco
  • Elia
  • Masseo
  • Valdo
  • Ginepro
  • Leone
  • Papa Innocenzo III
  • Raoul Bova
  • Gianmarco Tognazzi
  • Amélie Daure
  • Claudio Gioè
  • Paolo Briguglia
  • Mariano Rigillo
  • Erika Blanc
  • Sergio Romano
  • Gabriele Bocciarelli
  • Lorenzo de Angelis
  • Fausto Paravidino
  • Nino D’Agata
  • Tony Bertorelli

Cast tecnico

  • Soggetto
     
  • Sceneggiatura
     
     
     
  • Consulente Storico
  • Editor Taodue Film
  • Montaggio
  • Direttore della Fotografia
  • Aiuto Regista
  • Suono in presa diretta
  • Musiche
  • Scenografia
  • Costumi
  • Organizzatore Generale
  • Una Produzione
  • Prodotto Da
  • Leonardo Fasoli, Pietro Valsecchi
  • Leonardo Fasoli, Salvatore De Mola, Giacomo Scarpelli, Michele Soavi
  • Raimondo Michetti
  • Stefano Rulli
  • Anna Napoli
  • Gianni Mammolotti
     
  • Riccardo Mosca
  • Roberto Petrozzi
  • Carlo Siliotto
  • Marco Dentici
  • Sergio Ballo
  • Manolo Emiliani
     
  • Taodue Film per Mediatrade
  • Pietro Valsecchi

(crediti non contrattuali)

IL MISTERO DELLA VITA (di Raoul Bova)

Il mistero della vita…

La nascita e la morte…

La terra come è nata e come l’abbiamo trasformata…

L’importanza dell’aria che respiriamo, il calore del fuoco, la magia della luna lo splendore delle stelle…

La povertà e la ricchezza…

Quanti poveri vorrebbero diventare ricchi ma quanti ricchi poveri…

Com’è la vita quando il dolore è parte costante della tua esistenza?

La natura con  il mare, il sole, gli alberi, gli animali qual è la sua magia? Cos’è quell’odio che scatena le guerre, l’indifferenza, l’egoismo, il potere?

Pretendiamo l’aiuto degli altri ma offriamo con difficoltà il nostro…

Perché?

Un giorno ho incontrato un Uomo che si era fatto queste domande ed altre cento ancora…

Un Santo che le aveva prese come punto focale della sua esistenza, della sua missione…

Un Ragazzo ricco che donò tutti i suoi beni materiali ai poveri, avendo capito che la sua ricchezza era l’anima…

Questo Ragazzo è diventato mio Amico

Interpretarlo è stato un viaggio nei meandri della mia anima.

Un viaggio ricco di pace e colori, doloroso e faticoso ma pieno delle meraviglie della natura che in ogni momento di difficoltà mi sono venute in soccorso.

Ho visto e udito cose a cui prima non ponevo attenzione.

Un viaggio che mi ha fatto sentire infinitamente piccolo.

Fratello a tutto ciò che ha avuto il Divino dono della vita.

Francesco è un uomo che è arrivato ad assaporare il vero significato della libertà…

La Libertà di guardarsi nel cuore… e di guardare con il cuore…

La Libertà che lo ha portato alla vera Letizia.

NOTE DI PRODUZIONE

Era da cinque anni che pensavo alla possibilità di realizzare un film sulla vita di San Francesco.

Una lunga riflessione creativa fatta di tanti spunti e sensazioni che si scontravano però con i modelli autorevoli di Rossellini, della Cavani e Zeffirelli.

Il vero problema quindi si risolveva nella ricerca di una regia che potesse dare un nuovo taglio, una nuova visione ad una tematica così frequentata dall’intera cultura iconografica occidentale.

Ne avevo parlato a lungo con il regista Michele Soavi, che non voleva in nessun modo intraprendere questa avventura, intimidito anche lui dai paragoni.

Ciò che ha convinto tutti quanti è stata la consapevolezza del messaggio che volevamo tradurre in un film: un messaggio da indirizzarsi soprattutto ai giovani, che si trovano a crescere in un momento veramente difficile dell’umanità, in un mondo in cui le immagini troppo spesso sostituiscono i contenuti e i valori.

Soprattutto oggi, dove trionfa l’individualismo, diventa necessario riproporre l’esempio di Francesco, la vita di un uomo che ha abbandonato ogni bene terreno in favore della spiritualità, ritrovando il senso del dialogo e della comunione con la natura.

Questo progetto ha voluto sottolineare proprio la naturalezza del passaggio dall’uomo Francesco, con tutti i suoi impeti giovanili per la libertà e per la giustizia, al Francesco Santo che celebra la semplicità, la povertà e la letizia.

“Francesco” è stata una straordinaria esperienza produttiva durata più di due anni fin dalla stesura della sceneggiatura cui hanno collaborato Leonardo Fasoli, Giacomo Scarpelli e Stefano Rulli come editor e lo storico della chiesa Raimondo Michetti.

Il Produttore

Pietro Valsecchi

NOTE DI REGIA

Ho voluto affrontare la storia di Francesco di Assisi come  se raccontassi una leggenda, o meglio, come una fiaba per adulti. Per questo motivo ho scelto di iniziare il film con la soggettiva di un bambino e offrire allo spettatore la possibilità di osservare, nella scena di apertura, la realtà così come l’avverte il piccolo Francesco.

La storia ripercorre le emozioni di Francesco, la sua sofferenza durante il periodo di prigionia, il suo travaglio interiore e la scoperta della dimensione spirituale che finalmente appaga la sua anima.

Un passaggio fondamentale, nell’evoluzione spirituale del personaggio, è il senso d’inquietudine del giovane Francesco quando, per la prima volta, si trova davanti all’orrore della guerra, un tormento che ho cercato di tradurre anche nelle scene della battaglia con immagini di grande dinamicità e sofferenza.

Il racconto di Francesco di Assisi è assolutamente superbo: una storia che si svolge in un'altra epoca e che tuttavia contiene significati di straordinaria modernità. Personalmente quello che mi ha colpito in Francesco è il suo senso della rinuncia e la “contemporaneità” della sua sofferenza. Proprio per questo ho adoperato un linguaggio ed uno stile attuale in grado di  trasmettere questa sofferenza antica anche ai giovani d’oggi affinché possano scorgervi un motivo di riflessione.

Quando Pietro Valsecchi mi ha offerto di dirigere Francesco, sono stato a lungo perplesso e, prima di accettare, ho riflettuto molto e studiato a lungo le fonti aspettando una “chiamata” che mi regalasse un’ispirazione, una suggestione che mi invitasse a intraprendere un viaggio per me tanto insolito. Ma dopo  la visita ad Assisi, le reliquie del Santo, con il loro profondo magnetismo, e il saio, in particolare, hanno aperto uno squarcio tra i miei dubbi. E già nel viaggio di ritorno a Roma, assieme a una profonda inquietudine, nella mente cominciavano ad affollarsi le prime immagini, luci, costumi ed atmosfere, con una nitidezza che non mi ha più lasciato fine alla fine delle riprese.

Con profonda umiltà abbiamo cercato di fare di San Francesco un personaggio più vicino ai giovani d’oggi.

Il Regista

Michele Soavi